logo MyPortal
Inizio pagina Salta ai contenuti

Comune di Rovigo

Provincia di Rovigo - Regione del Veneto


Contenuto

News

Errore caricamento immagine.

4 novembre

Giornata dell'Unità Nazionale e delle Forze Armate


intervento del Sindaco Edoardo Gaffeo

COMUNE DI ROVIGO
Ufficio Stampa: Paola Gasperotto
Tel 0425/206102
e-mail: ufficiostampa@comune.rovigo.it

 

 



4 novembre
Giornata dell'Unità Nazionale e delle Forze Armate
intervento del Sindaco Edoardo Gaffeo


Rivolgo a nome del Sindaco Edoardo Gaffeo, a nome mio e dell'amministrazione comunale, un saluto e un ringraziamento alle Autorità Militari, Civili e Religiose, ai Rappresentanti delle Associazioni d'Arma e Combattentistiche, ai militari in rappresentanza delle Forze Armate, ai Ragazzi delle Scuole e a tutti i Cittadini qui presenti, che si sono uniti a noi per condividere questa cerimonia, in occasione della ricorrenza del 4 novembre 1918.
Lo scorso anno abbiamo celebrato il centenario dell'armistizio di Villa Giusti e la resa dell'Impero austro-ungarico; quest'anno ricordiamo il centenario dell'istituzione di questa giornata celebrativa della nazione italiana, avvenuta già l'anno successivo, nel 1919.

Il 4 novembre pose termine ad una guerra; una vittoria, che però costò il sacrificio di tantissimi giovani che diedero la vita in nome della Patria. Al loro sacrificio, alle famiglie, a chi ha patito la guerra, a chi ha patito “le guerre”, a tutti loro va il nostro pensiero con la consapevolezza che “quel sacrificio” non è stato vano, perché ne è nata una testimonianza di grande coraggio, di dignità, di patriottismo, di unità, di altruismo; testimonianze che ancor oggi celebriamo, insieme ad un doveroso omaggio alle nostre Forze Armate.

A loro va un ringraziamento particolare, per l'impegno che in maniera diversa, quotidianamente portano avanti sia nelle missioni all'estero, nei Paesi ancora dilaniati dalle guerre, sia nella nostra realtà, per far sì che la nostra Comunità possa crescere in sicurezza, nel rispetto dei valori della democrazia, della legalità e della convivenza civile.
Oggi celebriamo la festa dell'Unità Nazionale e delle Nostre Forze Armate, sono valori di un popolo che si ritrova sotto un'unica bandiera, di cui deve esserne fiero, per continuare a sentire o riscoprire, quel senso di appartenenza che deve contraddistinguere una Nazione unita; Identità e senso di appartenenza che sono anche il primo passo per un corretto atteggiamento di rispetto e solidarietà verso chi ci sta vicino.
Mi rivolgo soprattutto alle giovani generazioni, che questi eventi li apprendono dai libri di storia. “Cercate di capire, e avere la chiara consapevolezza di quello che è accaduto, di comprendere il perché di ciò che è stato in un passato recente. Purtroppo, basta guardarsi attorno per vedere che tante realtà vivono ancora la tragedia della guerra, anche sotto altre forme di violenza come il terrorismo, la tirannia o altre forme di negazione dei diritti fondamentali”.
Ecco, il coraggio che tanti vostri coetanei hanno avuto anni fa, ora dovete averlo voi nel proseguire un percorso di pace che parte anche dai comportamenti quotidiani, nelle relazioni fra persone, a scuola, in famiglia, nella vita. Siate da esempio e fate germogliare il seme della pace, il valore del rispetto, di una cultura condivisa, affinché il sacrificio di milioni di soldati non sia stato vano. Abbiate fiducia in un futuro di convivenza pacifica e solidale.
Il momento che celebriamo oggi, non deve essere solo di memoria e ringraziamento, ma anche di riflessione per far sì che dalla memoria del passato continui a far crescere nei nostri giorni, la stessa volontà di costruzione di un futuro di pace che ha caratterizzato i decenni del secondo dopoguerra.
E mi piace salutarvi con una frase che Papa Francesco ha utilizzato nella sua Invocazione per la Pace (giugno 2014): “Per fare la pace ci vuole coraggio, molto di più che per fare la guerra. Ci vuole coraggio per dire sì all'incontro e no allo scontro; sì al dialogo e no alla violenza; sì al negoziato e no alle ostilità; sì al rispetto dei patti e no alle provocazioni; sì alla sincerità e no alla doppiezza. Per tutto questo ci vuole coraggio; coraggio e una grande forza d'animo”.
Auguro che quella forza d'animo possa albergare in tutti.

 

 


Rovigo, 04/10/2019
Comunicato n. 653/19

Allegati Notizia

Data ultimo aggiornamento: 07/11/2019
Piazza Vittorio Emanuele II, 1 - 45100 Rovigo | Centralino 0425.2061 - Fax 0425.206354
P.Iva / C.F. : 00192630291
E-mail: urp@comune.rovigo.it | PEC: comunerovigo@legalmail.it
RSS:
News | Eventi