logo MyPortal
Inizio pagina Salta ai contenuti

Comune di Rovigo

Provincia di Rovigo - Regione del Veneto


Contenuto

Calendario

Calendario eventi
« Novembre  2018 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    
             

News

Errore caricamento immagine.

3-11 novembre

XXIV Settimana dei Beni Culturali e Ambientali in Polesine


“La Grande Guerra e il Polesine: nelle retrovie del fronte”

COMUNE DI ROVIGO
Ufficio Stampa: Paola Gasperotto
Tel 0425/206102
e-mail: ufficiostampa@comune.rovigo.it

 

 


3-11 novembre
XXIV Settimana dei Beni Culturali e Ambientali in Polesine
“La Grande Guerra e il Polesine: nelle retrovie del fronte”

II Comitato Permanente per la Conservazione e la Valorizzazione dei Beni Culturali ed Ambientali in Polesine onora degnamente il centenario della fine del primo conflitto mondiale anticipando eccezionalmente per quest’anno la XXIV Settimana dei Beni Culturali e Ambientali in Polesine a ridosso delle celebrazioni del 4 novembre. “La Grande Guerra e il Polesine: nelle retrovie del fronte” è il titolo scelto per la kermesse, che inizierà, di fatto, domenica 4 novembre presso la sala “B. Soffiantini” dell’Abbazia della Vangadizza di Badia per chiudere sette giorni più tardi presso la sala “Vignoli” a Castelmassa, sedi di interessanti esposizioni storico - documentarie dedicate al conflitto visto dalla nostra terra polesana.
Una ventina le iniziative nel calendario predisposto in questa settimana dal Coordinamento del Comitato, composto da Giovanni Casarotto, Marco Chinaglia e Sara Caraccio, con il coinvolgimento di Comuni, associazioni, scuole, enti ed istituzioni culturali, musei e biblioteche di tutto il territorio provinciale.
La manifestazione è stata presentata oggi a palazzo Nodari.
“Sono felice – ha detto l'assessore alla Cultura Alessandra Sguotti – di ospitare anche quest'anno la presentazione di questo ricchissimo calendario di eventi. Circa una ventina che coinvolgono tanti comuni e luoghi del Polesine, concentrati sulla Grande Guerra, tema molto sentito. La nostra comunità ha partecipato appieno, sviscerando tutto ciò che si poteva su questa tematica. Un ringraziamento al Comitato e alle scuole per la loro partecipazione”.
Soddisfazione anche dal sindaco Massimo Bergamin, per questa bella testimonianza di sinergia e ricchezza culturale presente nel nostro territorio.

La Settimana, attraverso convegni, conferenze, presentazioni di libri, visite guidate, esposizioni tematiche, momenti di musica e teatro, come hanno spiegato Casarotto e Chinaglia, ricorderà il ruolo che il territorio e le genti polesane giocarono nelle vicende belliche, specialmente nell’ultimo anno di guerra.
Assurto dopo Caporetto a luogo nevralgico di prima retrovia nello scacchiere delle operazioni belliche, Rovigo e la sua provincia ebbero un vivace “fronte interno”, negli anni di guerra, caratterizzato dall’emergere, per l’epoca del tutto inedito, del ruolo della società civile.
Il dibattito neutralismo - interventismo, con la significativa presenza di un forte gruppo irredentista di origine trentina, la stampa locale, la posizione degli agrari, la dura opposizione, soprattutto di matrice socialista, al conflitto, con numerose manifestazioni popolari, specialmente guidate dalle donne, l’attivismo del clero e del laicato cattolico, le operazioni militari, con un ruolo importante per l’area deltizia, la tragedia dei profughi dopo la Rotta di Caporetto dell’ottobre 1917, aneddoti, curiosità ed episodi di microstoria si intrecciano così con le vicende generali del primo grande conflitto di massa.
Un conflitto che, come testimoniano lapidi e monumenti ai caduti, Parchi della Rimembranza, scuole dedicate agli eroi di guerra, sacrari ed ossari militari (tra cui quello di Rovigo, il primo eretto in Italia), vide il Polesine pagare l’alto tributo di circa 5000 caduti, cui si aggiunsero, al ritorno a casa, le morti per cause di guerra, le migliaia di feriti, invalidi ed orfani, le vittime della terribile “febbre spagnola”, oltre al rinfocolarsi di una questione sociale che sarà tra le cause dell’ascesa, dì lì a qualche anno, del regime fascista.
Una storia importante e complessa, una storia su cui il calendario della Settimana aiuterà a riflettere, volgendo lo sguardo al passato, visto dalla prospettiva di una terra di confine, con la volontà di non ripetere più i tragici errori del “Secolo Breve”.
Il calendario generale della Settimana e i dettagli sui singoli eventi in programma possono essere consultati sul sito del Comitato Permanente (www.comitato-beniculturalieambientali-polesine.it), oltre che sulla pagina Facebook dello stesso (Comitato-Beni Culturali e Ambientali-Polesine), oppure contattando direttamente l’indirizzo mail (segreteria@comitato-beniculturalieambientali-polesine.it) o, telefonicamente, al 348/6059249.


Rovigo, 31/10/18
Comunicato n. 715/18

Allegati Notizia

Data ultimo aggiornamento: 31/10/2018
Piazza Vittorio Emanuele II, 1 - 45100 Rovigo | Centralino 0425.2061 - Fax 0425.206354
P.Iva / C.F. 00192630291
E-mail: urp@comune.rovigo.it | PEC: comunerovigo@legalmail.it
RSS:
News | Eventi