logo MyPortal
Inizio pagina Salta ai contenuti

Comune di Rovigo

Provincia di Rovigo - Regione del Veneto


Contenuto

News

Errore caricamento immagine.

Inaugurata la mostra "Secessione. Monaco Vienna Praga Roma. L'onda della modernità"

Palazzo Roverella 23 settembre 2017 – 21 gennaio 2018


L'intervento del sindaco Massimo Bergamin

COMUNE DI ROVIGO
Ufficio Stampa: Paola Gasperotto
Tel 0425/206102
e-mail: ufficiostampa@comune.rovigo.it

 


Palazzo Roverella 23 settembre 2017 – 21 gennaio 2018
Inaugurata la mostra "Secessione. Monaco Vienna Praga Roma. L'onda della modernità"
L'intervento del sindaco Massimo Bergamin

Palazzo Roverella ha spalancato le porte ad un altro evento culturale. "Secessione. Monaco Vienna Praga Roma. L'onda della modernità", è la mostra a cura di Francesco Parisi allestita nella prestigiosa struttura fino al 21 gennaio 2018. L'esposizione propone per la prima volta un panorama complessivo delle vicende storico-artistiche dei quattro principali centri in cui si svilupparono le Secessioni: Monaco, Vienna, Praga e Roma. Evidenziando differenze, affinità e tangenze dei diversi linguaggi espressivi nel primo vero scambio culturale europeo, basti pensare a Gustav Klimt e a Egon Schiele che esposero alle mostre della Secessione Romana o a Segantini che partecipò alle annuali mostre viennesi.
Nella rassegna vengono messi in evidenza gli esiti modernisti della secessione monacense, il trionfo del decorativismo della secessione viennese, il visionario espressionismo del gruppo Sursum praghese fino al crocevia romano e alla sua continua ricerca di una via altra e diversa.

La mostra, promossa dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, in collaborazione con il Comune di Rovigo e l'Accademia dei Concordi si avvale della prestigiosa collaborazione delle principali istituzioni museali europee, dall'Albertina di Vienna alla Klimt Foundation, dal Museo Villa Stuck di Monaco alla Narodni Galerie di Praga e di altre importanti collezioni museali europee.

Di seguito l'intervento del sindaco Massimo Bergamin all'inaugurazione.

"Non sempre cambiare equivale a migliorare, ma per migliorare bisogna cambiare".
Sir Winston Churchill

Buona sera a tutti quanti voi,

Un saluto da parte di tutta l'amministrazione comunale di Rovigo alle Autorità presenti, ed una calorosa stretta di mano a tutte le maestranze di questo splendido Teatro, a chi ha materialmente organizzato la mostra e a chi lavorerà per accogliere le migliaia di persone che visiteranno Palazzo Roverella e, nel contempo, potranno anche godere dell'arte, del commercio e delle prelibatezze enogastronomiche di tutto il nostro territorio.

Oggi inauguriamo la mostra "Secessioni Europee: Monaco Vienna Praga Roma. L'onda della modernità".

Un appuntamento che, come ogni settembre, da oltre dieci anni, apre la stagione culturale della nostra amata Rovigo.

I secessionisti sono stati pittori rivoluzionari che, in sè, avevano il seme del cambiamento e lo hanno sparso intorno a loro, contaminando l'arte, la storia, la cultura in generale.

E' da questo spunto che voglio partire oggi per lanciare a tutti voi una provocazione, una domanda che richiede risposte concrete:

Siamo pronti al cambiamento?

Siamo pronti a cambiare come cittadini e come città?

Ad amare e a valorizzare le nostre eccellenze, ad essere ambasciatori del bello che ci circonda, a promuovere la ricchezza umana, culturale, turistica, ambientale che ci circonda?

Non possiamo sempre delegare ad altri il miglioramento o la crescita della nostra città.

Abbiamo qui un esempio luminoso e illuminato di una persona che ama e che tanto ha fatto e continua a fare per Rovigo, il Dottor Antonio Finotti.

Ma non possiamo pensare che ci sia solo lui, che sia solo la Fondazione, o il Comune, o l'Accademia.
Ad ognuno di noi spetta la responsabilità di sviluppare questa città con idee, visioni, intuizioni. Qualunque sia la nostra posizione politica, la nostra età, il nostro ruolo.

Il cambiamento nasce dalle piccole cose, ma soprattutto, come hanno dimostrato Klimt e i suoi compagni, nasce dal coraggio.

Dobbiamo essere coraggiosi, dobbiamo trovare dentro di noi la forza di riuscire a guardare oltre, a pensare in grande.

Amiamo la nostra città, diamole opportunità, crediamo in lei.

Sono sicuro che Rovigo saprà ripagarci e saprà essere sempre più nostra e a misura di cittadino.

Ancora Grazie a tutti voi per la partecipazione e buona mostra a tutti!

Un grande abbraccio, e che Dio ci benedica.

 

Rovigo, 29/09/2017
Comunicato n. 501/17

 


Data ultimo aggiornamento: 13/10/2017
Piazza Vittorio Emanuele II, 1 - 45100 Rovigo | Centralino 0425.2061 - Fax 0425.206354
P.Iva / C.F. 00192630291
E-mail: urp@comune.rovigo.it | PEC: comunerovigo@legalmail.it
RSS:
News | Eventi