logo MyPortal
Inizio pagina Salta ai contenuti

Comune di Rovigo

Provincia di Rovigo - Regione Veneto


Contenuto

Calendario

Calendario eventi
« Agosto  2017 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
             

News

Errore caricamento immagine.

Polesine Acque: no alla prima fusione; si alla fusione stipulata con Cortelazzo (CVS)


Nota del Sindaco


"Continuo a confermare il no al primo progetto di fusione. Dico si, invece, al progetto di fusione che ho concordato con il presidente di Cvs Piergiorgio Cortelazzo".


All'indomani della fusione dei gestori del servizio idrico integrato – Cvs e Polesine Acque – che darà vita alla nuova società acquevenete spa, il Sindaco di Rovigo Massimo Bergamin illustra i motivi e i punti dell'accordo siglato con il Presidente Cortelazzo.


"Ho sempre sostenuto che la prima proposta di fusione non mi piaceva. - prosegue il primo cittadino - Ne ero talmente convinto che ho presentato la delibera in Consiglio Comunale, cosa che altri comuni non hanno portato avanti. Ho sempre detto che non ne avrei fatto una questione politica e che i gruppi politici di maggioranza avevano piena libertà di espressione. La proposta di fusione è poi stata bocciata dalla maggioranza dei componenti di tutto il Consiglio Comunale di Rovigo. Ho quindi lavorato, da quel giorno, per modificare quel progetto e, ieri, sono finalmente riuscito a concretizzare il nuovo accordo di fusione. Parlo di politiche di sviluppo di area vasta – oltre mezzo milione di abitanti tra il Polesine e la Bassa Padovana - perchè ho in testa un progetto politico che guarda oltre i confini geografici del nostro territorio e che, considera non solo l'acqua ma anche i rifiuti, l'università e la riforma del Consorzio di Sviluppo trasformandolo in una Agenzia di sviluppo dell'Area Vasta, più snella e quindi meno costosa".


Di seguito, in sintesi, i punti del nuovo accordo di fusione siglato dal Sindaco Bergamin e dal Presidente Cortelazzo:


Debiti pregressi:"Entro il 30 novembre 2017 tutti i debiti pregressi di Polesine Acque S.p.A. nei confronti dei Comuni polesani verranno saldati. -afferma Bergamin - Ovviamente i Comuni dovranno farne formale richiesta entro fine settembre. Ciò significa che il Comune di Rovigo, entro la fine dell'anno potrà incassare circa 3 milioni di euro da mettere a disposizione per importanti interventi a sostegno dei Sevizi Sociali, dei Lavori Pubblici e della Cultura".


Modifiche statutarie: "Le assemblee straordinarie nei casi di fusioni, scissioni, liquidazioni saranno regolarmente costituite, in prima convocazione, con la presenza di almeno l' 80% del capitale sociale e, in seconda convocazione, con la presenza di almeno il 70% del capitale sociale. Saranno inoltre stipulati i patti parasociali in linea con quanto previsto dall'accordo".


Nomine del CdA: "Il Comune di Rovigo assume un ruolo strategico nelle nomine dei componenti della nuova società. Alla prima assemblea di acquevenete SpA il Sindaco di Rovigo nominerà il Vice Presidente Unico con deleghe operative e il Presidente del Collegio Sindacale. Il Sindaco di Rovigo sarà Presidente dell’Assemblea Intercomunale di Coordinamento".


La sede resta a Rovigo: "La sede istituzionale ed operativa rimarrà a Rovigo. Periodicamente sarà il luogo d'incontro delle assemblee dei soci. acquevenete spa, entro il 31.12.2017, provvederà ad istituire una procedura ad evidenza pubblica per l’acquisto di una sede a Rovigo, tenendo conto dell’attuale disponibilità della sede di Via B. Tisi da Garofolo".

I lavoratori rimangono a Rovigo:"Nessuno ha mai parlato prima della tutela dei dipendenti di Polesine Acque. Ciò premesso, ho ottenuto il risultato che i lavoratori impegnati a Rovigo, rimangano a Rovigo. Eventuali trasferimenti,indennità per i trasferimenti ed aspetti organizzativi dovranno essere concordati tra Azienda e Organizzazioni Sindacali. Il Vice Presidente della società acquevenete spa – nominato dal Sindaco - stipulerà gli accordi sindacali dell'Ato Polesine".


"Tutto quanto sopra esposto dimostra il mio personale e profondo impegno a tutela dei miei cittadini, dei lavoratori di Polesine Acque e del territorio polesano, secondo a nessuno" ha chiosato Bergamin.






Sindaco di Rovigo

Massimo BERGAMIN

Deleghe: Affari Generali, Partecipazioni, Sicurezza e Polizia Locali, Comunicazione e Urp, Ambiente

Piazza Vittorio Emanuele II, 1
Rovigo - 45100

Tel.  0425. 206 104
Fax. 0425. 21 486
sindaco@comune.rovigo.it


Portavoce del Sindaco
Alice Sponton

Tel. 0425. 206 233
alice.sponton@comune.rovigo.it


Data ultimo aggiornamento: 18/08/2017
Piazza Vittorio Emanuele II, 1 - 45100 Rovigo | Centralino 0425.2061 - Fax 0425.206330
P.Iva / C.F. 00192630291
E-mail: urp@comune.rovigo.it | PEC: comunerovigo@legalmail.it
RSS:
News | Eventi