logo MyPortal
Inizio pagina Salta ai contenuti

Comune di Rovigo

Provincia di Rovigo - Regione del Veneto


Contenuto

News

Errore caricamento immagine.

Provvedimenti urgenti per il contenimento dell'inquinamento atmosferico


Il sindaco Bergamin ha firmato un'ordinanza

COMUNE DI ROVIGO
Ufficio Stampa: Paola Gasperotto
Tel 0425/206102
e-mail: ufficiostampa@comune.rovigo.it

 

Prosegue la lotta all'inquinamento atmosferico. Il sindaco Massimo Bergamin ha firmato un'ordinanza contenente i provvedimenti urgenti per il contenimento del fenomeno, di seguito riportati.


A) Nell'intero territorio comunale, a decorrere dal giorno 1.10.2018 e fino al 31.03.2019:
1. la riduzione della temperatura interna, misurata ai sensi del D.P.R. 74/2013, di edifici adibiti a:
residenza ed assimilabili, adibiti ad uffici ed assimilabili, edifici ad attività ricreative o di culto ed assimilabili, edifici adibiti ad attività commerciali ed assimilabili, edifici adibiti ad attività sportive, ad eccezione di quelli adibiti a piscine e saune ed assimilabili: la temperatura, assicurata attraverso impianti termici alimentati da combustibile gassoso, non potrà superare i 19 gradi centigradi (con tolleranza di 2 °C);
attività industriali ed artigianali ed assimilabili: la temperatura, assicurata attraverso im­pianti termici alimentati da combustibile gassoso, non potrà superare i 16 gradi centigradi (con tolleranza di 2 °C).
2. il divieto di utilizzo di generatori di calore domestici alimentati a biomassa legnosa (in presenza di impianto di riscaldamento alternativo) aventi prestazioni energetiche ed emissive che non sono in grado di rispettare i valori previsti almeno per la classe 2 stelle in base alla clas­sificazione stabilita con D.M. 186/2017);
3. ai sensi dell'articolo 182 comma 6 bis del D. Lgs. 152/2006 e delle indicazioni fornite con DGR 122 del 10.2.2015, di vietare le combustioni all'aperto, in particolare in ambito agricolo, di materiale vegetale di cui all'art.185 comma 1 lettera f) (fatte salve le necessità di combustione finalizzate alla tutela sanitaria di particolari specie vegetali, documentata con i modi previsti dalle vigenti normative);
4. il divieto di mantenere acceso il motore:
degli autobus, compresi quelli di linea, in genere nella fase di stazionamento ed anche ai ca­polinea, indipendentemente dal protrarsi del tempo dello stazionamento e dalla presenza a bordo del conducente o di passeggeri. La partenza dei veicoli deve essere immediatamente successiva all'accensione del motore;
degli autoveicoli in sosta e per i veicoli merci anche durante le fasi di carico/scarico, in particolare nelle zone abitate;
degli autoveicoli per arresto della circolazione di durata maggiore di un minuto in corri­spondenza di particolari impianti semaforici e di passaggi a livello;
dei mezzi di trasporto su ferro con motrice diesel durante le soste;
B) L'adozione delle misure di limitazione alla circolazione con finalità preventive e di contenimento degli episodi acuti di inquinamento atmosferico, in particolare quello da polveri sottili (PM10), nel periodo compreso tra il 01.10.2018 ed il 17.12.2018 e tra il 04.01.2019 ed il 31.03.2019 dal lunedì al venerdì, escluse le giornate festive infrasettimanali, dalle ore 8.30 alle ore 18.30, alle seguenti categorie di veicoli, salvo specifica documentazione rilasciata dalla motorizzazione civile attestante l'installazione della marmitta catalitica:
autoveicoli, come individuati all’art. 54, lett. a, b, c, d, e, f, g, h, i, l, m, n1 del D. Lgs. 30 aprile 1992, n. 285 (Nuovo Codice della Strada), alimentati a gasolio ed immatricolati prima del 1 gennaio 2006 o comunque non rispondenti alle direttive 98/69/CE B, 98/77/CE rif. 98/69/CE B, 1999/96/CE B, 1999/102/CE rif. 98/69/CE B, 2001/1/CE rif. 98/69/CE B, 2001/27/CE B, 2001/100/CE B, 2002/80/CE B, 2003/76/CE B (EURO 0 – EURO 1 – EURO 2 – EURO 3);
autovetture, come individuate all’art. 54, lett. a, del D. Lgs. 30 aprile 1992, n. 285 (Nuovo Codice della Strada), alimentate a benzina e immatricolate prima del 1° gennaio 1997 o comunque non rispondenti alle direttive91/542/CEE B, 94/12/CEE, 96/1/CE, 96/44/CE, 96/69/CE, 98/77/CE (EURO 0 – EURO 1).
motoveicoli e ciclomotori non omologati ai sensi della direttiva 97/24/CE ed il cui certificato di circolazione o di idoneità tecnica sia stato rilasciato in data antecedente al 1 gennaio 2000, come individuati agli artt. 52 e 53 del “Nuovo Codice della Strada” - D. Lgs. 30 aprile 1992, n. 285 e ss.mm.ii., non adibiti a servizi e trasporti pubblici;
I divieti di circolazione stabiliti attraverso la presente Ordinanza si applicano su tutto il territorio comunale, con esclusione delle seguenti strade:
Autostrada A13 per il tratto ricadente nel territorio comunale;
S.S.16  “Adriatica” per il tratto ricadente nel territorio comunale;
S.S.434 “Transpolesana”  per il tratto ricadente nel territorio comunale;
S.R.88 (via Amendola) da confine comunale a rotatoria via Lina Merlin;
Via Lina Merlin da rotatoria via Amendola a rotatoria via Porta Adige;
Via Porta Adige da rotatoria via Lina Merlin a Tangenziale est;
S.R.443 (viale Porta a Mare) da Tangenziale est a confine comunale;
Le esclusioni dai divieti di circolazione applicabili sono indicate nell'Allegato 1 che costituisce parte integrante del presente atto.
ORDINA
inoltre
Nel caso di attivazione del LIVELLO di ALLERTA 1 - ARANCIO, conseguente al verificarsi di 4 giorni consecutivi di superamento, nella stazione di Rovigo Largo Martiri, del valore di 50 micro­grammi al metro cubo (l'indicazione del livello di allerta sarà disponibile sul sito comunale) l'attua­zione delle seguenti misure temporanee da applicarsi all'intero territorio comunale a partire dal gior­no successivo a quello di controllo e fino al giorno di controllo successivo inclusi sabato, domenica e giornate festive infrasettimanali nel periodo dal 01.10.2018 al 31.03.2019:
ESTENSIONE DEL DIVIETO DI CIRCOLAZIONE dalle ore 8.30 alle ore 18.30, con le stesse modalità indicate precedentemente per quanto riguarda ambito di applicazione ed esclusioni, alle autovetture private alimentate a gasolio in classe EURO 4;
divieto di utilizzo di generatori di calore domestici alimentati a biomassa legnosa (in pre­senza di impianto di riscaldamento alternativo) aventi prestazioni energetiche ed emissive che non sono in grado di rispettare i valori previsti almeno per la classe 3 stelle in base alla classificazione stabilita con D.M. 186/2017);
divieto assoluto, per qualsiasi tipologia di combustioni all'aperto (inclusi falò rituali, barbecue e fuochi d'artificio, ecc.) anche relativamente alle deroghe consentite dall'art.182 comma 6 bis del D.Lgs.152/2006 rappresentate dai piccoli cumuli di residui vegetali bruciati in loco; tale divieto NON si applica ai falò tradizionali dell'Epifania, nel corso di manifestazioni preventivamente autorizzate dall'Amministrazione Comunale, in cui sia stato sottoscritto l'impegno a non superare i 2 metri di diametro di base e i 2 metri di altezza e ad utilizzare esclusivamente legno vergine (legno non verniciato e non trattato con solventi o simili) e ramaglie con basso contenuto di umidità e prove di fogliame e/o aghi per limitare la fumosità;
divieto di spandimento di liquami zootecnici e, in presenza di divieto regionale, divieto di rilasciare le relative deroghe.
Nel caso di attivazione del LIVELLO di ALLERTA 2 - ROSSO, conseguente al verificarsi di 10 giorni consecutivi di superamento, nella stazione di Rovigo Largo Martiri, del valore di 50 microgrammi al metro cubo (l'indicazione del livello di allerta sarà disponibile sul sito comunale) l'attuazione delle seguenti misure temporanee da applicarsi all'intero territorio comunale a partire dal giorno successivo a quello di controllo e fino al giorno di controllo successivo, inclusi sabato, domenica e giornate festive infrasettimanali nel periodo dal 01.10.2018 al 31.03.2019:
divieto di utilizzo di generatori di calore domestici alimentati a biomassa legnosa (in presenza di impianto di riscaldamento alternativo) aventi prestazioni energetiche ed emissive che non sono in grado di rispettare i valori previsti almeno per la classe 4 stelle in base alla clas­sificazione stabilita con D.M. 186/2017);
ESTENSIONE DEL DIVIETO DI CIRCOLAZIONE anche ai veicoli commerciali alimentati a gasolio in classe EURO 4,  con le stesse modalità indicate precedentemente per quanto riguarda ambito di applicazione ed esclusioni, ma per tale categoria di veicoli, limitatamente all'orario 8.30-12.30 e, comunque, consentendo l'accesso negli orari prescritti per il carico/ scarico delle merci in ZTL attraverso l'apposita Ordinanza istitutiva se muniti di bolla di accompagnamento del materiale con indicazione della provenienza e della destinazione del materiale in consegna;
INVITA
le aziende di trasporto pubblico locale a privilegiare i mezzi a minore emissione e ad introdurre agevolazioni tariffarie, in particolar modo, nei casi di allerta arancio e rosso;
a mantenere chiusi i battenti o le aperture per l'accesso al pubblico degli edifici classificati, in base al D.P.R. 412/93, con le sigle:
(1) E.2 – Uffici e assimilabili;
(2) E.4 – Attività ricreative o di culto e assimilabili;
(3) E.5 – Attività commerciali e assimilabili;
(4) E.8 – Attività industriali ed artigianali e assimilabili.
INFORMA
che il Comune avviserà circa il livello di allerta raggiunto attraverso il portale www.comune.rovigo.it, a seguito di comunicazione da parte di ARPAV, al fine di consentire alla cittadinanza di adeguarsi alle misure stabilite attraverso il presente atto;
che, con la sottoscrizione dell'Accordo Padano, la Regione si è impegnata a prevedere nel Piano Regionale di qualità dell'aria:
il divieto di installazione di generatori a biomassa legnosa con classe emissiva inferiore alle “3 stelle”;
il divieto di installazione di generatori a biomassa legnosa con classe emissiva inferiore alle “4 stelle” entro il 31 dicembre 2019;
il divieto, nei generatori a pellet di potenza termica nominale inferiore ai 35 kW, di utilizzo di pellet che non rispetti le condizioni previste dall'Allegato X, Parte II, sezione 4, paragrafo 1, lettera d) alla parte V del D. Lgs. 152/2006, o non sia certificato conforme alla classe A1 della UNI EN ISO 17225-2;

In allegato il documento completo

Per tutte le informazioni visita il sito qui


Rovigo, 28/09/18
Comunicato n. 613/18

Allegati Notizia

Data ultimo aggiornamento: 11/10/2018
Piazza Vittorio Emanuele II, 1 - 45100 Rovigo | Centralino 0425.2061 - Fax 0425.206354
P.Iva / C.F. 00192630291
E-mail: urp@comune.rovigo.it | PEC: comunerovigo@legalmail.it
RSS:
News | Eventi