logo MyPortal
Inizio pagina Salta ai contenuti

Comune di Rovigo

Provincia di Rovigo - Regione del Veneto


Contenuto

News

Errore caricamento immagine.

Il Teatro Sociale festeggia il bicentenario


tanti gli spettacoli e gli eventi in programma

COMUNE DI ROVIGO
Ufficio Stampa: Paola Gasperotto
Tel 0425/206102
e-mail: ufficiostampa@comune.rovigo.it

 

 

Il Teatro Sociale festeggia il bicentenario
tanti gli spettacoli e gli eventi in programma

Lirica, prosa, danza, concerti, jazz, teatro ragazzi, eventi speciali. Il Teatro Sociale festeggia il bicentenario alla grande! Tantissimi gli spettacoli in programma per un calendario ricco di eventi e di importanti protagonisti. A fare da corollario saranno le immagini promozionali con riprodotti i dipinti che si trovano all'interno del Teatro.
Si partirà il 9 novembre con la Lirica, ad aprire la stagione sarà Il Nabucco di Giuseppe Verdi, seguiranno “Le Nozze di Figaro” di Mozart, “Turandot” di Puccini e “L'Elisir d'amore di Donizetti”.
Sempre a novembre, il 18, prenderà il via anche la Prosa in collaborazione con Arteven. Sei gli spettacoli in cartellone. Tra i grandi protagonisti, Giuseppe Fiorello, Alessio Boni, Violante Placido.
La tradizione continua con i concerti di Natale e Capodanno e torna anche la Festa di carnevale con Gala di beneficenza.
Grande attenzione, come sempre, ai più giovani con la variegata proposta del Teatroragazzi e tanti eventi speciali.
Soddisfazione e orgoglio da parte del sindaco Massimo Bergamin e dell'assessore alla Cultura Alessandra Sguotti, per questo importante anno che celebra una tappa storica del nostro Teatro. “Dopo il successo della stagione passata – ha detto il sindaco -, ci aspetta un altro entusiasmante anno. Fin da subito ho chiesto all'assessore di coinvolgere tutto il territorio, per dar modo alle tante persone che da anni, con passione, dedizione e sacrificio, si dedicano all'arte magica del teatro, di potersi esprimere nei nostri luoghi deputati a questo. Penso che siano le persone e la passione a fare la differenza, per questo ringrazio chi ha collaborato per realizzare una stagione che sarà davvero importante, in un teatro che ricordiamo, è uno dei 28 di tradizione in Italia”.
Pienamente d'accordo Sguotti, “è la stagione del bicentenario del Teatro, una stagione molto importante e di tradizione ma con orizzonti più aperti, vogliamo un Teatro sempre più fruibile come punto di aggregazione per chi vuole trovarsi e condividere tante cose insieme”.
L'assessore Sguotti ha poi presentato tutto il variegato programma, a partire dalla Lirica con 4 opere, poi la Prosa che debutterà a novembre con Giuseppe Fiorello che porterà in scena la vita di Modugno; la danza con due balletti, la concertistica con i concerti di Natale e Capodanno e altri concerti al Ridotto, con il Jazz e non solo; il Teatroragazzi, al quale come sempre è riservata grande attenzione, Musica a fumetti e infine i tanti eventi speciali, tra questi da sottolineare Adelaide di Borgogna che andò in scena con l'apertura del Teatro e due spettacoli vincitori di una call pubblica, con Opera Enterteinment e Minimiteatri. Inoltre grande novità, è stato coinvolto il Forum dei giovani per realizzare una sorta talent show a Teatro, coinvolgendo i ragazzi che hanno doti artistiche e voglia di mettersi in gioco.
Per celebrare il bicentenario verrà organizzato un convegno sulla storia del Teatro e una mostra in Pescheria con materiale di laboratorio e costumi delle opere che hanno calcato le scene.
Un ringraziamento a chi ha collaborato e sostenuto la stagione: Ministero, Regione, Fondazione Rovigo Cultura, Fondazione Cariparo, Fondazione Banca del Monte, Arteven, Conservatorio Venezze, Rovigo Jazz Club, Asm set e Trivellato Motors e Ottica Toffoli.

Per la Regione era presente Chiara Marabini che ha portato il saluto dell'assessore alla Cultura Cristiano Corazzari e del direttore della direzione Beni e attività culturali e sport Maria Teresa De Gregorio, “la promozione dell'arte contribuisce alla crescita della comunità”. Marco Sartore, segretario regionale Agis del Triveneto, ha sottolineato la tappa di un anniversario così importante, “200 anni di attività rappresentano una storia importantissima di tante persone che hanno difeso questo Teatro dalle varie minacce incontrate nel corso degli anni e, purtroppo, non ancora finite. L'Agis è fortemente convinta che sostenere gli associati significhi difendere la cultura e la fruizione collettiva della cultura”.
Il direttore artistico del Teatro Sociale, Claudio Sartorato, ha evidenziato le opere tradizione Nabucco e Turandot, due pietre miliari della tradizione lirica, ma di prestigio anche Nozze di Figaro e Elisir d'amore, sempre spettacoli di grande presenza e numeri.
Per Arteven che realizza con il Comune la Stagione di Prosa, Pierluca Donin si è soffermato sulla bellezza del nostro Teatro. “Un teatro stupendo, la partecipazione dello spazio aumenta il valore emozionale”.
Valentina Noce, vice presidente della Fondazione Rovigo Cultura, che coproduce due opere, ha manifestato orgoglio per questa nuova stagione alla quale tutta la cittadinanza è invitata a partecipare.
Hanno portato il saluto anche Fausto Merchiori per la Fondazione Cariparo, Andrea Boschetti per il Rovigo Jazz Club ed è intervenuto Giuliano Scaranello per Opera Enterteinment.

 

Il Botteghino del Teatro aprirà il 2 ottobre per la Lirica e il 30 ottobre per la Prosa e la Danza.
Per info: Teatro Sociale – tel. 0425/27853/21734
botteghino: tel. 0425/25614

 


Il Programma

 

 

 

 

 

 

 

Rovigo, 24/09/18
Comunicato n.598 /18

 

 

 

Allegati Notizia

Data ultimo aggiornamento: 01/10/2018
Piazza Vittorio Emanuele II, 1 - 45100 Rovigo | Centralino 0425.2061 - Fax 0425.206354
P.Iva / C.F. 00192630291
E-mail: urp@comune.rovigo.it | PEC: comunerovigo@legalmail.it
RSS:
News | Eventi