logo MyPortal
Inizio pagina Salta ai contenuti

Comune di Rovigo

Provincia di Rovigo - Regione del Veneto


Contenuto

PROVVEDIMENTI URGENTI PER LA LIMITAZIONE DELL'INQUINAMENTO ATMOSFERICO 2017-2018

Le condizioni meteorologiche che si verificano nella Pianura Padana nella stagione autunnale ed invernale sono sfavorevoli alla dispersione degli inquinanti; è necessario, pertanto, limitare gli apporti di inquinanti nell’atmosfera per evitare, o quantomeno ridurre, un eccessivo numero di superamenti del valore limite (50 µg/m3) della concentrazione di polveri sottili per la protezione della salute umana.

Tra le azioni adottate per contenere l’inquinamento atmosferico nell’area urbana, ed in particolare, per ridurre le concentrazioni delle polveri sottili (PM10), è stata stabilita la limitazione alla circolazione dei veicoli più inquinanti e la riduzione dei contributi derivanti dagli impianti di riscaldamento e, comunque, di combustione delle biomasse. Grazie all'accordo sottoscritto tra le regioni del Bacino Padano ed il Ministero dell'Ambiente, le misure saranno applicate in modo omogeneo sul territorio della Pianura Padana attrraverso provvedimenti come l'Ordinanza Sindacale 38 del 23 ottobre 2017, ma soprattutto, attraverso gli interventi previsti nei Piani Regionali per la Tutela ed il Risanamento dell'Atmosfera previsti dal D. Lgs. 155/2010.

In base all'accordo tra le Regioni del Bacino Padano sono stati stabiliti tre livelli di intervento:

  • Livello 0– verde: nessun superamento misurato, nella stazione di riferimento, del valore limite giornaliero (50 microgrammi/m3) della concentrazione di PM10;
  • Livello di allerta 1 – arancio: attivato dopo 4 giorni consecutivi di superamento, nella stazione di riferimento, del valore limite giornaliero;
  • Livello di allerta 2 – rosso: attivato dopo 10 giorni consecutivi di superamento, nella stazione di riferimento, del valore limite giornaliero;

 

MISURE ADOTTATE AL LIVELLO 0 (VERDE)

  1. Dal giorno 25.10.2017 e fino al 15.04.2018 la riduzione della temperatura interna, misurata ai sensi del D.P.R. 74/2013, di edifici adibiti a:
    • residenza ed assimilabili, adibiti ad uffici ed assimilabili, edifici ad attività ricreative o di culto ed assimilabili, edifici adibiti ad attività commerciali ed assimilabili, edifici adibiti ad attività sportive, ad eccezione di quelli adibiti a piscine e saune ed assimilabili: la temperatura, assicurata attraverso impianti termici alimentati da combustibile gassoso, non potrà superare i 19 gradi centigradi (con tolleranza di 2 °C);
    • attività industriali ed artigianali ed assimilabili: la temperatura, assicurata attraverso impianti termici alimentati da combustibile gassoso, non potrà superare i 16 gradi centigradi (con tolleranza di 2 °C).
  2. dal giorno 25.10.2017 e fino al 31.03.2018 DIVIETO per tutte le combustioni all'aperto, in particolare in ambito agricolo, di materiale vegetale di cui all'art. 185, comma 1 lettera f) (fatte salve le necessità di combustione finalizzate alla tutela sanitaria di particolari specie vegetali, documentata con i modi previsti dalle vigenti normative), nell'intero territorio comunale;
  3. dal giorno 25.10.2017 e fino al 15.04.2018, DIVIETO di mantenere acceso il motore:
    • degli autobus, compresi quelli di linea, in genere nella fase di stazionamento ed anche ai capolinea, indipendentemente dal protrarsi del tempo dello stazionamento e dalla presenza a bordo del conducente o di passeggeri. La partenza dei veicoli deve essere immediatamente successiva all'accensione del motore;
    • degli autoveicoli in sosta e per i veicoli merci anche durante le fasi di carico/scarico, in particolare nelle zone abitate;
    • degli autoveicoli per arresto della circolazione di durata maggiore di un minuto in corrispondenza di particolari impianti semaforici e di passaggi a livello;
    • dei mezzi di trasporto su ferro con motrice diesel durante le soste;
  4. DIVIETO DI CIRCOLAZIONE nel periodo compreso tra il 25.10.2017 ed il 22.12.2017 e dal 8.01.2018 fino al 15.04.2018 dal lunedì al venerdì, escluse le giornate festive infrasettimanali, dalle ore 8.30 alle ore 12.30 e dalle ore 15.00 alle ore 18.00, alle seguenti categorie di veicoli, salvo specifica documentazione rilasciata dalla motorizzazione civile attestante l'installazione della marmitta catalitica:
    • autoveicoli, come individuati all’art. 54, lett. a, b, c, d, e, f, g, h, i, l, m, n [1] del D. Lgs. 30 aprile 1992, n. 285 (Nuovo Codice della Strada), alimentati a gasolio ed immatricolati prima del 1 gennaio 2001 o comunque non rispondenti alle direttive 98/69/CE, 98/77/CE rif. 98/69/CE, 1999/96/CE, 1999/102/CE rif. 98/69/CE, 2001/1/CE rif. 98/69/CE, 2001/27/CE, 2001/100/CE A, 2002/80/CE A, 2003/76/CE A (EURO 0EURO 1EURO 2);
    • autovetture, come individuate all’art. 54, lett. a, del D. Lgs. 30 aprile 1992, n. 285 (Nuovo Codice della Strada), alimentate a benzina e immatricolate prima del 1° gennaio 1997 o comunque non rispondenti alle direttive91/542/CEE B, 94/12/CEE, 96/1/CE, 96/44/CE, 96/69/CE, 98/77/CE (EURO 0EURO 1).
    • motoveicoli e ciclomotori non omologati ai sensi della direttiva 97/24/CE ed il cui certificato di circolazione o di idoneità tecnica sia stato rilasciato in data antecedente al 1 gennaio 2000, come individuati agli artt. 52 e 53 del “Nuovo Codice della Strada” - D. Lgs. 30 aprile 1992, n. 285 e ss.mm.ii., non adibiti a servizi e trasporti pubblici;

Dove si applicano le misure di limitazione della circolazione

Possibili deroghe alle limitazioni della circolazione

 

MISURE IN CASO DI ATTIVAZIONE DEL LIVELLO 1 (ARANCIO)

  • DIVIETO di utilizzo di generatori di calore domestici alimentati a biomassa legnosa (in presenza di impianto di riscaldamento alternativo) aventi prestazioni energetiche ed emissive che non sono in grado di rispettare i valori previsti almeno per la classe 3 stelle in base alla classificazione ambientale introdotta con DGRV n. 1908/2016;
  • DIVIETO assoluto, per qualsiasi tipologia di combustioni all'aperto (inclusi falò rituali, barbecue e fuochi d'artificio, ecc.) anche relativamente alle deroghe consentite dall'art. 182, comma 6 bis, del D. Lgs. 152/2006 rappresentate dai piccoli cumuli di residui vegetali bruciati in loco;
  • DIVIETO di spandimento di liquami zootecnici e, in presenza di divieto regionale, divieto di rilasciare le relative deroghe.

 

MISURE IN CASO DI ATTIVAZIONE DEL LIVELLO 2 (ROSSO)

  • DIVIETO di utilizzo di generatori di calore domestici alimentati a biomassa legnosa (in presenza di impianto di riscaldamento alternativo) aventi prestazioni energetiche ed emissive che non sono in grado di rispettare i valori previsti almeno per la classe 4 stelle in base alla classificazione ambientale introdotta con DGRV n. 1908/2016;
  • DIVIETO DI CIRCOLAZIONE dalle ore 8.30 alle ore 18.00 (inclusi sabato, domenica e giornate festive infrasettimanali) con le stesse modalità indicate precedentemente per quanto riguarda ambito di applicazione ed esclusioni, per le seguenti categorie di veicoli:
    • autoveicoli, come individuati all’art. 54, lett. a, b, c, d, e, f, g, h, i, l, m, n [2] del D. Lgs. 30 aprile 1992, n. 285 (Nuovo Codice della Strada), alimentati a gasolio ed immatricolati prima del 1 gennaio 2006 o comunque non rispondenti alle direttive 98/69/CE B e superiori, (EURO 0EURO 1EURO 2 – EURO 3);
    • autovetture, come individuate all’art. 54, lett. a, del D. Lgs. 30 aprile 1992, n. 285 (Nuovo Codice della Strada), alimentate a benzina e immatricolate prima del 1° gennaio 1997 o comunque non rispondenti alle direttive 91/542/CEE B, 94/12/CEE, 96/1/CE, 96/44/CE, 96/69/CE, 98/77/CE (EURO 0EURO 1);
    • motoveicoli e ciclomotori non omologati ai sensi della direttiva 97/24/CE ed il cui certificato di circolazione o di idoneità tecnica sia stato rilasciato in data antecedente al 1 gennaio 2000, come individuati agli artt. 52 e 53 del “Nuovo Codice della Strada” - D.Lgs. 30 aprile 1992, n. 285 e ss.mm.ii., non adibiti a servizi e trasporti pubblici.

 

PER INFORMAZIONI ED EVENTUALI CHIARIMENTI RIVOLGERSI A:

Ufficio Ambiente ed Ecologia 0425 206548 informambiente@comune.rovigo.it
Comando di Polizia 0425 204611 poliziamunicipale@comune.rovigo.it
Ufficio per le Relazioni con il pubblico 0425 206202 - 222 232 urp@comune.rovigo.it

 


[1] Autobus, autoveicoli per trasporto promiscuo, autocarri, trattori stradali, autoveicoli per trasporti specifici, auto­veicoli per uso speciale, autotreni, autoarticolati, autosnodati, autocaravan, mezzi d’opera.

[2] Autobus, autoveicoli per trasporto promiscuo, autocarri, trattori stradali, autoveicoli per trasporti specifici, auto­veicoli per uso speciale, autotreni, autoarticolati, autosnodati, autocaravan, mezzi d’opera.

Piazza Vittorio Emanuele II, 1 - 45100 Rovigo | Centralino 0425.2061 - Fax 0425.206354
P.Iva / C.F. 00192630291
E-mail: urp@comune.rovigo.it | PEC: comunerovigo@legalmail.it
RSS:
News | Eventi