logo MyPortal
Inizio pagina Salta ai contenuti

Comune di Rovigo

Provincia di Rovigo - Regione del Veneto


Contenuto

Calendario

Calendario eventi
« Novembre  2018 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    
             

Ufficio Relazioni con il Pubblico

Dove rivolgersi

Ufficio Relazioni con il Pubblico e Qualità
Indirizzo  Piazza Vittorio Emanuele II, 1
Telefono  0425/206202 - 206222-206232
Dirigente  Alfonso Cavaliere
Fax  0425/206330
Assessore: Massimo Bergamin  sindaco@comune.rovigo.it
PEC: urp.comune.rovigo@pecveneto.it (N.B. per inviare PEC rivolte genericamente al Comune di Rovigo - Amministrazione comunale si prega di inviare il messaggio al seguente indirizzo PEC: comunerovigo@legalmail.it)  comunerovigo@legalmail.it

Informazioni

L'Ufficio Relazioni con il Pubblico rappresenta un punto d'incontro fra istituzione e cittadino-utente. E' il luogo dove quotidianamente i cittadini dialogano con l'amministrazione comunale chiedendo ed ottenendo risposte, visionando gli atti, informandosi sullo stato dei procedimenti, imparando a conoscere i servizi offerti dalla propria Amministrazione e più in generale informandosi sulle diverse opportunità che la città offre. Attraverso l'U.R.P., il Comune ascolta e recepisce le esigenze dell'utenza, garantisce il diritto di accesso e la partecipazione dei cittadini ai procedimenti L'U.R.P. è nato per favorire e semplificare i rapporti tra i cittadini e la Pubblica Amministrazione ed informa i cittadini realizzando i contenuti del sito internet comunale www.comune.rovigo.it

Attività del servizio

L'Ufficio Relazioni con il Pubblico è stato costituito nella primavera del 1997, sulla base del modello previsto dalla normativa allora vigente (Legge 29/93 e Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 11.10.1994). Con la Legge n. 150 (Legge sulla comunicazione pubblica), approvata il 7 giugno 2000, il nuovo URP si sta gradualmente trasformando in un sistema di comunicazione rivolto ai cittadini ed all'interno dell'organizzazione comunale. Esso infatti ha il compito di organizzare, coordinare e gestire servizi storicamente istituzionali (informazioni, accesso) e di attivare nuove funzioni (ascolto, verifica della qualità, coordinamento sistemi telematici, agevolazione delle informazioni tra sé ed il resto della struttura nonché tra gli URP delle varie Amministrazioni). L'attività di comunicazione si rivolge da un lato verso l'esterno (cittadini, imprese e associazioni) e dall'altro verso l'interno della struttura favorendo la circolazione e la condivisione delle informazioni tra tutti i reparti dell'Amministrazione.

 

L'URP, nell'ambito del "Progetto Qualità", coordina le indagini sul livello di soddisfazione degli utenti, (customer satisfaction ) e fornisce informazioni sulle singole Carte dei Servizi e sulla Carta generale.

I cittadini possono rivolgersi all'URP per:

- chiedere informazioni sugli uffici e servizi comunali e sull'attività dell'Amministrazione

- presentare suggerimenti, segnalazioni e reclami

- consultare atti e documenti amministrativi o richiederne copia

Diritti dei cittadini, Trasparenza, Modulistica

 

Segnalazioni - Suggerimenti - Reclami:  VAI ALLA PAGINA

Autocertificazione (Guida completa e moduli)

 

----------------------------------

 

ACCESSO CIVICO SEMPLICE, ACCESSO CIVICO GENERALIZZATO E ACCESSO DOCUMENTALE


Che cos'è l'accesso civico?

E' il diritto di chiunque:

ACCESSOCIVICOdi richiedere la pubblicazione di documenti, informazioni o dati che la pubblica amministrazione è tenuta a pubblicare per legge e che non risultano pubblicati (ACCESSO CIVICO SEMPLICE);

 

di accedere ai dati e ai documenti detenuti dalle pubbliche amministrazioni, documenti ulteriori rispetto a quelli oggetto di pubblicazione ai sensi del D. Lgs. 33/2013, nel rispetto dei limiti relativi alla tutela di interessi giuridicamente rilevanti (ACCESSO CIVICO GENERALIZZATO).

 


Fonti normative:

Art. 5 D. Lgs. 33/2013, come modificato da art. 6 D. Lgs. 97/2016

Regolamento comunale per la disciplina e le misure organizzative per l'esercizio del diritto di accesso civico e documentale

Delibera di Giunta comunale n. 241 del 31.08.2017, “Approvazione del Regolamento comunale per la disciplina e le misure organizzative per l'esercizio del diritto di accesso civico e documentale”


A chi viene presentata l'istanza di accesso civico?

Se la richiesta riguarda informazioni, dati e documenti oggetto di pubblicazione obbligatoria: al Responsabile Prevenzione Corruzione e Trasparenza (R.P.C.T.)


Se la richiesta riguarda dati e documenti ulteriori rispetto a quelli di pubblicazione: all'Ufficio che detiene i documenti o all'Ufficio Relazioni con il Pubblico.

 

Come viene presentata l'istanza
L'istanza di accesso civico semplice o generalizzato può essere presentata compilando il rispettivo modulo di richiesta sopra riportato che dovrà essere, alternativamente:
 
- Stampato, firmato e presentato per posta al seguente indirizzo: "Comune di Rovigo - Piazza Vittorio Emanuele II, n. 1”, unitamente a copia del documento di identità di chi firma l’istanza, o presentato personalmente presso l'Ufficio Relazioni con il Pubblico (oppure altro ufficio abilitato a ricevere la documentazione es, ufficio protocollo, ufficio segreteria)


oppure

- Scansionato ed inviato in allegato per posta elettronica o PEC, unitamente a copia per immagine del documento di identità del sottoscrittore, all'indirizzo e-mail del settore interessato, se conosciuto, o all'indirizzo mail dell'URP: urp@comune.rovigo.it  oppure all'indirizzo del protocollo comunale: protocollo@comune.rovigo.it oppure all’indirizzo di PEC dell’ente: comunerovigo@legalmail.it

oppure

- Firmato digitalmente ed inviato in allegato per posta elettronica o PEC agli indirizzi sopra descritti

 

Saranno prese in considerazione, compatibilmente con le norme anche regolamentari in materia di accesso, anche istanze formalizzate in moduli diversi da quelli messi a disposizione dell’Amministrazione ovvero istanze inserite nel testo del messaggio di posta elettronica o PEC, anche non sottoscritte con firme elettroniche, purché sia prodotto contestualmente o su richiesta dell’Ufficio, la copia della carta di identità dell’istante.


Spese rilascio documenti
Il rilascio di dati o documenti in formato elettronico o cartaceo è gratuito, salvo il rimborso dei costi di riproduzione.


Presenza di controinteressati
Se l’istanza di accesso civico riguarda dati o documenti per i quali si individui un controinteressato (esclusi i casi di pubblicazione obbligatoria), a tutela degli interessi giuridicamente rilevanti di quest’ultimo si procede come segue:
comunicazione al controinteressato;
il controinteressato può presentare motivata opposizione entro 10 gg.;
il decorso del termine di 30 gg. per la gestione della richiesta di accesso rimane sospeso fino al ricevimento della motivata opposizione;
decorso tale termine la PA provvede sulla richiesta, valutando i motivi di opposizione;
il procedimento si chiude con provvedimento espresso e motivato;
dell’esito viene data comunicazione al richiedente e al controinteressato.


Conclusione del procedimento
Il procedimento, a seconda dei casi, può concludersi con l'accoglimento o il rifiuto, fatto salvo comunque il potere di differimento e le limitazioni di cui sopra.

1. Accoglimento
l'Ufficio competente trasmette al richiedente i dati/documenti richiesti;
se l’istanza riguarda dati, informazioni o documenti oggetto di pubblicazione obbligatoria ai sensi del D. Lgs. 33/2013, l'Ufficio competente provvede a pubblicarli sul sito e comunica al richiedente l’avvenuta pubblicazione dei medesimi indicando il collegamento ipertestuale.
2. Accoglimento nonostante l'opposizione del controinteressato
salvi i casi di comprovata indifferibilità, l'Ufficio competente ne dà comunicazione al controinteressato e provvede a trasmettere al richiedente i dati o i documenti richiesti, non prima di 15 gg. dalla ricezione della stessa comunicazione da parte del controinteressato.
3. Rifiuto, differimento e limitazione all'accesso
l'Ufficio competente motiva il provvedimento negativo, ai sensi dell'art. 5, comma 6, del D. Lgs. 33/2013, dandone comunicazione all'interessato nel termine di 30 gg. dalla richiesta.


Rimedi contro il rifiuto totale o parziale o la mancata risposta entro i 30 giorni.
Il richiedente, ai sensi dell'art. 5, commi 7 e 8:

può presentare richiesta di riesame al Responsabile prevenzione corruzione e trasparenza (RPCT), contro il provvedimento dell'Ufficio competente.

può proporre ricorso al TAR o al Difensore civico regionale contro la decisione:
• dell'Amministrazione;
• in caso di riesame, contro la decisione del RPCT.

Rimedi contro l’accoglimento della richiesta in presenza dell’opposizione del controinteressato
Il controinteressato, ai sensi dell'art. 5, comma 9:

può presentare richiesta di riesame al Responsabile prevenzione corruzione e trasparenza (RPCT), contro il provvedimento dell'Ufficio competente.


può proporre ricorso al Difensore Civico Regionale:
• contro la decisione dell'Amministrazione;
• e in caso di riesame, contro la decisione del RPCT.


 

 

 

---------------------------------

 

Il tradizionale accesso agli atti rimane inoltre in vigore, con la denominazione di ACCESSO DOCUMENTALE. 

 

ACCESSO DOCUMENTALE, previsto dall'art.22 della Legge n.241/1990, permette a chiunque di richiedere documenti, dati e informazioni detenuti da una Pubblica Amministrazione riguardanti attività di pubblico interesse, purché il soggetto che lo richiede abbia un interesse diretto, concreto e attuale rispetto al documento stesso. La richiesta va presentata al Comune di Rovigo, che detiene il documento, e deve essere regolarmente motivata.
L'Ente decide entro 30 giorni (fatti salvi eventuali ricorsi), trascorsi i quali la richiesta si intende respinta. 

 

 

Potere sostitutivo in caso di inerzia del responsabile del procedimento
Titolare del potere sostitutivo (di cui all'articolo 2, comma 9-bis della legge 7 agosto 1990, n.241), attivabile nei casi di ritardo o mancata risposta:
Maria Cristina Cavallari (Segretario Generale) individuata con delibera di G.C. n. 98/2015 ad oggetto "Individuazione del soggetto con potere sostitutivo in caso di inerzia del responsabile del procedimento, D.L. n. 5/2012 conv. in legge n. 35 del 4 aprile 2012".
Il modulo di richiesta di intervento sostitutivo  va inviato all'amministrazione esclusivamente tramite PEC all'indirizzo comunerovigo@legalmail.it
MODULO DI RICHIESTA

 

------------------------------------

 

Denuncia sinistro - richiesta risarcimento danni al Comune

Il cittadino che intende chiedere il risarcimento dei danni a seguito di un evento per il quale presuppone una responsabilità del Comune di Rovigo, deve presentare una richiesta di risarcimento utilizzando l’apposito modulo da compilare debitamente in ogni sezione e da integrare con gli allegati richiesti, consegnandolo compilato e coni relativi allegati, al Comune di Rovigo, con le seguenti modalità:

A) per posta al seguente indirizzo:

COMUNE DI ROVIGO
Ufficio Assicurazioni
P.zza Vittorio Emanuele II,1
45100 ROVIGO

B) consegna a mano al seguente indirizzo:

COMUNE DI ROVIGO
Ufficio Relazioni con il Pubblico (URP)
P.zza Vittorio Emanuele II,1
45100 ROVIGO


La richiesta verrà inoltrata alla compagnia assicuratrice che, sulla base degli obblighi contrattuali assunti, valuterà la sussistenza dei presupposti e provvederà all’eventuale pagamento o diniego.

Si precisa che l’Ente assicurato non può interferire sulle valutazioni della compagnia assicuratrice, né decidere di versare alcuna somma a qualunque titolo direttamente al danneggiato (rimborso spese, risarcimento danni, ecc.)

Ai sensi del Codice in materia di protezione dei dati personali, il Comune di Rovigo, in qualità di Titolare del trattamento (“Titolare”), è tenuto a fornirLe la seguente informativa sul trattamento dei Suoi dati personali.

Normativa sulla comunicazione e sui processi di innovazione della p.a.

Legge n. 150 del 7 giugno 2000
Disciplina delle attività di informazione e di comunicazione delle pubbliche amministrazioni. Le disposizioni della presente legge, in attuazione dei princìpi che regolano la trasparenza e l'efficacia dell'azione amministrativa, disciplinano le attività di informazione e di comunicazione delle pubbliche amministrazioni. 
 
Direttiva sulle attività di comunicazione delle pubbliche amministrazioni (7 febbraio 2002)
Con questa direttiva il Dipartimento della Funzione Pubblica, in linea con la volontà del Governo di attuare un radicale processo di cambiamento della pubblica amministrazione, fornisce alle amministrazioni pubbliche, gli indirizzi di coordinamento, organizzazione e monitoraggio delle strutture, degli strumenti e delle attività previste dalla normativa in materia di informazione e comunicazione pubblica (legge n. 150 del 7 giugno 2000). 
 
Direttiva del Ministro per la Funzione Pubblica in materia di semplificazione del linguaggio amministrativo - 24 ottobre 2005
 
PAQ – Pubblica Amministrazione di Qualità è il marchio del Dipartimento della Funzione Pubblica che, nell’ambito degli indirizzi internazionali ed europei e in linea con la recente riforma della pubblica amministrazione,  promuove un insieme di iniziative per sostenere le amministrazioni impegnate a migliorare la propria performance e la qualità dei servizi pubblici.
 
La riforma della PA
 
Codice dell'Amministrazione Digitale
 
Amministrazione trasparente

Il codice del consumo

 

Il Decreto legislativo n. 206/2005, meglio noto come Codice del Consumo, è una sorta di prontuario dedicato a tutti i processi di natura negoziale e/o contrattuale in cui siano coinvolti i consumatori, sia come singoli che in forma associata, o intesi come categoria sociale.

 

Il codice rappresenta uno sforzo per allineare la nostra normativa a quella comunitaria, oltre che mettere finalmente ordine tra la selva di leggi, decreti e regolamenti che sino ad ora regolavano quest'ampia materia, semplificandoli e creando un unico testo organico contenuto, appunto, nel Decreto Legislativo 6 settembre 2005 n. 206, uscito come Supplemento Ordinario n.162 alla Gazzetta Ufficiale del 8 ottobre 2005.

Data aggiornamento scheda

13/11/2018
Piazza Vittorio Emanuele II, 1 - 45100 Rovigo | Centralino 0425.2061 - Fax 0425.206354
P.Iva / C.F. 00192630291
E-mail: urp@comune.rovigo.it | PEC: comunerovigo@legalmail.it
RSS:
News | Eventi