logo MyPortal
Inizio pagina Salta ai contenuti

Comune di Rovigo

Provincia di Rovigo - Regione Veneto


Contenuto

Immigrati

Dove rivolgersi

Settore Servizi alla Persona.
Indirizzo  Viale Trieste, 18
Telefono  0425/206472
Dirigente  Volinia Giampaolo
Fax  0425/206476
Email  serviziosociale@comune.rovigo.it
Assessore: Borile Patrizia  patrizia.borile@comune.rovigo.it

Mediatori culturali e facilitatori linguistici

Le presenti liste sono state costituite a seguito del Bando pubblicato il 22 Marzo 2007 e comprendono le persone che hanno fatto richiesta di iscrizione, che erano in possesso dei requisiti richiesti dal bando ed hanno partecipato al corso di formazione specifico per gli interventi nella scuola. Le liste complete di indirizzi e numeri di telefono si trovano presso i Servizi Sociali del Comune Rovigo, in Viale Trieste, 18.

Lista dei  MEDIATORI

Lista dei FACILITATORI

Informazioni utili

Con chi parlare

Per informazioni - Tel. 0425/206540

Dove andare

Viale Trieste, 18/A (ex sede INAIL)

P.N.A. - Programma Nazionale Asilo

Il Programma Nazionale Asilo (PNA) ha lo scopo di creare un sistema nazionale di accoglienza e protezione in favore dei richiedenti asilo, nonché di sostegno all’integrazione per i rifugiati e le persone con permesso di soggiorno per motivi umanitari. Il PNA sostiene inoltre progetti di rimpatrio.

 

Destinatari

Rifugiati

Sono le persone che hanno gravi motivazioni per non tornare nel proprio paese in quanto potrebbero essere perseguitate per motivi di razza, religione, nazionalità, appartenenza ad un determinato gruppo sociale o per le proprie opinioni politiche.

 

Richiedenti asilo

Sono le persone che, fuori dal proprio Paese d’origine, chiedono in un altro Stato il riconoscimento dello status di rifugiato. Fino al momento della decisione in merito alla domanda, la persona è un richiedente asilo.

 

Come si accede al P.N.A.

Si ha un colloquio con l’Assistente Sociale alla quale si racconta il proprio caso. L’Assistente Sociale segue tutta la procedura per la richiesta di asilo e aiuta la persona nei suoi adempimenti fornendo informazioni ed assistenza. Il personale amministrativo, a sua volta, dispone l’erogazione dei contributi economici legati alle singole necessità, sulla scorta dei finanziamenti ministeriali.

 

Come si chiede asilo politico

Chi vuole chiedere asilo politico deve dichiararlo al momento dell'arrivo in Italia alla Polizia di frontiera o, se è già arrivato in Italia, alla Questura - Ufficio Immigrazione del luogo in cui si trova. In Questura la persona deve fornire i propri dati personali e compilare un modulo o scrivere su un semplice foglio, presentando in modo preciso la sua storia e i motivi per i quali non può o non vuole tornare nel suo Paese. La Questura consegna un foglio, chiamato “Invito”, oppure una striscia di carta, chiamata “Cedolino”, sul quale è scritto il giorno in cui andare di nuovo alla Questura per fare il fotosegnalamento e la verbalizzazione della domanda d’asilo e la richiesta di un permesso di soggiorno. Sulla domanda di asilo decide la Commissione Centrale per il riconoscimento dello status di rifugiato che ha sede a Roma. Chi ha fatto domanda di asilo politico riceverà una lettera con scritto “oggetto: Convocazione”. La lettera riporta dove e quando presentarsi per l'audizione. alla Commissione Il richiedente asilo dovrà raccontare alla Commissione la sua storia nei dettagli e descrivere i motivi della domanda d'asilo.
La Commissione Centrale può decidere:

  1. 1. di riconoscere lo status di rifugiato;
  2. 2. di non riconosce lo status di rifugiato: diniego;
  3. 3. di non riconosce lo status di rifugiato (diniego), ma raccomandare alla Questura di rilasciare un permesso di soggiorno per motivi umanitari perché ha verificato che sarebbe comunque pericoloso per la persona rientrare nel proprio Paese. La decisione della Commissione viene comunicata attraverso la Questura.

Informazioni utili

Con chi parlare

  • Valentina Andreotti (assistente sociale)
  • Ornella Mercadante (istruttore amministrativo contabile)

Dove andare

Viale Trieste, 18/A (ex sede INAIL)

Quando

Su appuntamento.

Telefono

0425 206475

Altri enti coinvolti

  • Questura Via Donatoni, 9 – tel. 0425/202518
  • Commissione Centrale per il riconoscimento dello status di rifugiato.

Evenutalmente:

  • CIR (Consiglio Italiano per i Rifugiati);
  • I.C.S (Consorzio Italiano di Solidarietà);
  • S.S.I. (Servizio Sociale Internazionale).

 

Associazioni di volontariato e/o cooperative che collaborano con l’Amministrazione

  • Associazione Raggio di Sole: gestisce una struttura di accoglienza a Valdentro (Lendinara);
  • Cooperativa Speranza;
  • Cento aiuto alla vita;
  • San Vincenzo;
  • Caritas;
  • Andos;
  • Croce Rossa Italiana;
  • Mutuo Soccorso.
 

Progetto alloggi immigrati

E’ un Progetto finanziato dalla Regione Veneto, dalla Provincia di Rovigo, dal Comune di Rovigo e da altri enti pubblici e privati. Il Progetto ha come finalità:

  1. 1. la messa a disposizione di alloggi;
  2. 2. l’erogazione di contributi economici (ad esempio, pagamento degli interessi sui mutui per l’acquisto della casa);
  3. 3. un aiuto finalizzato a favorire l’autonomia della persona.

Informazioni utili

Dove andare

Provincia di Rovigo – Area Servizi alla Persona
Via Ricchieri (detto Celio), 10

Altri enti coinvolti

La gestione del progetto è stata affidata dall’Amministrazione Provinciale di Rovigo, di comune accordo con gli altri partners del Progetto, alla Fondazione “La casa” di Padova.

Data aggiornamento scheda

27/12/2014
Piazza Vittorio Emanuele II, 1 - 45100 Rovigo | Centralino 0425.2061 - Fax 0425.206330
P.Iva / C.F. 00192630291
E-mail: urp@comune.rovigo.it | PEC: comunerovigo@legalmail.it
RSS:
News | Eventi