logo MyPortal
Inizio pagina Salta ai contenuti

Comune di Rovigo

Provincia di Rovigo - Regione Veneto


Contenuto

Anziani

Home

ottobre: Giornata Internazionale dell'Anziano

Scarica il protocollo d'intesa per la promozione attiva e coordinata di iniziative nei confronti delle persone anziane del Polesine

 

Il Comune di Rovigo per la terza età

Nel nostro Comune i cittadini anziani rappresentano una componente della popolazione in continua crescita. L’Amministrazione Comunale e l’Assessorato Servizi alla Persona intendono valorizzare la presenza degli anziani nella comunità a partire da una informazione corretta e completa sui servizi realizzati per la terza età. In queste pagine vengono illustrati in modo pratico e sintetico i servizi e le agevolazioni per i cittadini anziani e vengono fornite alcune indicazioni utili per avere informazioni sul personale a cui rivolgersi, sui numeri telefonici e sugli orari di apertura di uffici e sportelli.

 

Pubblicazioni

Il comune per la terza età

pubblicazione

 

Agevolazione trasporti

Descrizione

Il Comune di Rovigo organizza vari tipi di trasporto agevolato (sconti sul costo dell’abbonamento dell’autobus sia di linea urbana sia di linea extraurbana) destinato alle categorie sottoindicate:

  • pensionati con trattamento economico non superiore al trattamento minimo INPS, di età superiore ai 60 anni, privi di redditi propri;
  • invalidi e portatori di handicap, formalmente riconosciuti dalle commissioni mediche previste dalle leggi vigenti, con grado di invalidità non inferiore al 67% o equiparato e reddito riconosciuto a titolo di trattamento di invalidità;
  • ciechi civili assoluti, indipendentemente dal reddito;
  • ciechi civili parziali con residuo visivo fino a 1/10 in entrambi gli occhi con eventuale correzione e reddito riconosciuto a titolo di trattamento di invalidità;
  • sordomuti con reddito riconosciuto a titolo di trattamento di invalidità;
  • minori beneficiari:
    - di indennità di accompagnamento prevista dall’art. 1 della Legge 18/1980;
    - di indennità di frequenza prevista dall’art.1 della Legge 289/1990;
    - di indennità per i ciechi parziali Legge 508/1988;
    - di indennità per i sordi prelinguali Legge 508/1988.
  • esercenti la potestà dei suddetti minori portatori di handicap;
  • cavalieri di Vittorio Veneto;
  • accompagnatori degli invalidi di guerra e del lavoro dalla prima all’ottava categoria, dei ciechi assoluti e degli invalidi del lavoro con grado di invalidità non inferiore all’80%.

Come fare

Chi intende chiedere il servizio di trasporto deve presentare domanda alla Sezione Servizi Sociali compilando l'apposita modulistica, allegando inoltre:

  • 2 fotografie recenti formato tessera firmate sul retro;
  • la documentazione attestante il possesso dei requisiti.

La Sezione Servizi Sociali raccoglie le domande e le trasmette alla Provincia di Rovigo per l’emissione di una tessera a coloro che ne hanno diritto. La consegna della tessera viene fatta dall’ufficio comunale competente. La tessera va esibita ogni volta che si acquista un abbonamento.
La Tessera ha validità per 10 anni.


Modulo di richiesta

 

Informazioni Utili

Dove andare

Viale Trieste, 18/A (ex sede INAIL)

Quando

Martedì, mercoledì, venerdì: 8.30–12.30
Giovedì: 15.15–17.15

Telefono

0425/206.481

Integrazione rette

Descrizione 
Chi è ricoverato o il ricoverando in una struttura residenziale, oppure il familiare tenuto a dare assistenza al ricoverato, può chiedere un contributo economico per pagare la retta della struttura di ricovero.

Destinatari
Possono chiedere il contributo:

  • il ricoverato;
  • un familiare tenuto a pagare la retta;
  • l’Assistente Sociale.

Per presentare domanda occorre essere residenti a Rovigo.

Come fare 
Per chiedere l’integrazione della retta ci si può rivolgere al personale amministrativo o all’Assistente Sociale della Sezione Servizi Sociali del Comune.
Al richiedente viene consegnato un modulo in cui indicare:
- dati anagrafici;
- stato di famiglia;
- reddito e patrimonio mobiliare (depositi bancari e postali…) e immobiliare (casa di abitazione, terreni…) del ricoverato e di tutti i componenti il nucleo familiare.
- autocertificazioni riguardanti il reddito e patrimonio mobiliare ed immobiliare dei così detti Tenuti agli alimenti: ex art. 433 e successivi (e di tutti i componenti del nucleo familiare)
Per la compilazione del modulo ci si può rivolgere a uno dei CAF convenzionati (vedi elenco).
La domanda deve essere firmata e consegnata di persona all’Ufficio Sportello dei Servizi Sociali. 
Se non è possibile consegnare di persona la domanda si deve allegare la fotocopia di un proprio documento di identità.

 

Informazioni utili

Dove andare

Viale Trieste, 18/A (ex sede INAIL)

Orario:

lunedì, martedì, mercoledì, venerdì dalle 8.30 alle12.45
martedì e giovedì dalle 15.15 alle 17.45

Orario:

0425/206.491

 

Altri Enti coinvolti

Singole strutture di ricovero.

Intervento economico familiare (Legge Regionale 28/91)

Con la LR 28/91 la Regione Veneto, per il tramite dei Comuni, mette a disposizione dei contributi economici a favore di persone non autosufficienti assistite nel proprio domicilio.

 

Destinatari

Il contributo è rivolto a persone prive di autonomia fisica e psichica, adulti, minori e anziani, che, pur non avendo bisogno di ricovero ospedaliero, necessitano di interventi assistenziali e sanitari a casa propria; le stesse persone, per poter accedere al contributo, devono:

  • essere residenti a Rovigo;
  • rientrare in determinati parametri di reddito come indicati nella seguente tabella: 
NUMERO COMPONENTI IL NUCLEO FAMILIARE
LIMITI DI REDDITO DAL 01/01/2002
REDDITO NUCLEO FAMILIARE
 
IN EURO
IN LIRE
1
10.329,13
20.000.000
2
20.658,27
40.000.000
3
26.855,76
52.000.000
4
33.053,24
64.000.000
5 e oltre
41.316,55
80.000.000

 

Come Fare

L’interessato dovrà rivolgersi alla Sezione Servizi Sociali del Comune di Rovigo per compilare l’apposita domanda. Il Comune invierà tutte le domande pervenute all’Azienda ULSS 18 Rovigo e, nell’arco di 30 giorni, un’Assistente Sociale si recherà a casa del richiedente per valutare la situazione e compilare la scheda di rilevazione per quanto di sua competenza e, insieme al medico di base, dare una valutazione completa della persona. Le schede vengono firmate dall’Assessore ai Servizi Sociali e spedite successivamente alla Segreteria dell’Azienda ULSS 16 di Padova la quale, in base alla rilevazione, formulerà un punteggio che decreterà se il richiedente ha o meno diritto al contributo. La persona che risulta beneficiaria deve comunicare le eventuali variazioni della sua situazione personale e familiare, nonché le assenze da casa (ricoveri ospedalieri o frequenza in Istituti diurni, ecc…).

 

Informazioni utili

Con chi parlare

  • Anna Pellielo (istruttore amministrativo)
    Lunedì, martedì, mercoledì, venerdì: 8.30-12.45
    tel. 0425/206.512
  • Sandra Furgato (assistente sociale)
    Lunedì e mercoledì: 9.00 – 12.00
    tel. 0425/206.473

Dove andare

Viale Trieste, 18/A (ex sede INAIL)

Servizio Buono Taxi

Il servizio BUONI TAXI è stato soppresso con delibera di Giunta Comunale n. 9 del 1 marzo 2011

Servizio pasti a domicilio

Descrizione
Il servizio pasti a domicilio prevede la consegna a domicilio del pasto di mezzogiorno tutti i giorni della settimana, compresi quelli festivi. Possono usufruire del servizio tutte le persone in assistenza domiciliare (S.A.D. – Servizio Assistenza Domiciliare), indipendentemente dall’età, e i cittadini di età superiore ai 65 anni. Inoltre il servizio può essere esteso a persone che si trovano in stato di bisogno anche se di età inferiore ai 65 anni.


Come fare

Per usufruire del servizio è necessario presentare la richiesta presso il Settore Servizi alla Persona/Statistica del Comune e ottenerne la necessaria autorizzazione.
La compartecipazione al costo del servizio varia in relazione all’ISEE (Indicatore della situazione economica equivalente) e la compartecipazione concorso spesa dovrà essere pagato anticipatamente con versamento postale o bancario.
Sulla base della ricevuta di pagamento, il personale del Settore Servizi alla Persona/Statistica consegnerà le cedole-pasto.

 

Concorso di spesa:

  • gli utenti del SAD, con ISEE (Indicatore Socio-Economico Equivalente) inferiore o uguale ad € 6.500,00, hanno a loro carico il 60% del concorso massimo alla spesa del pasto (€ 4,20);
  • gli altri utenti concorrono invece nel modo seguente:
    a) con ISEE inferiore o uguale ad € 7.000, a carico utente 80% (€ 5,60);
    b) con ISEE inferiore o uguale ad € 8.500, a carico utente 90% (€ 6,30);
    c) con ISEE superiore ad € 8.500, a carico utente 100% (€ 7,00).

Gli utenti che non desiderano presentare l’ISEE concorrono con il 100% del costo complessivo.
Gli utenti non in SAD, ma in gravi situazioni economiche, potranno essere sostenuti economicamente dal Comune nel pagamento del concorso di spesa.
Il Comune si riserva di erogare, indipendentemente dall’età e per casi di documentata gravità, la fornitura di pasti a domicilio gratuitamente.
Il concorso alla spesa sarà pagato anticipatamente tramite versamento postale o bancario. A fronte del riscontro del versamento, il Comune consegnerà il proporzionale numero di cedole-pasto, le quali dovranno essere giornalmente consegnate alla persona che porterà materialmente il pasto a domicilio.
Per quanto riguarda l’ISEE, ci si può rivolgere ad un CAAF.

Il concorso massimo di spesa, compreso il trasporto, è stabilito in € 7,00.
Per informazioni: Servizi Sociali del Comune – Viale Trieste n° 18 – Rovigo (tel. 0425-206481 – 0425- 206543).


Modulistica
Modulo di richiesta per il servizio Pasti a domicilio 

 

Informazioni utili

Telefono
tel. 0425/ 206.481 

Orario: 
dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 12.30

Dove andare:
Settore Servizi alla Persona
Viale Trieste, 18

Telesoccorso

Descrizione 
Il Telesoccorso è un servizio domiciliare che consente all’utente di ricevere soccorso attraverso un sistema di controllo telefonico. Si tratta di un piccolo apparecchio portatile collegato al telefono dell’utente che, se premuto , fa scattare un segnale di allarme al centro operativo in funzione 24 ore su 24.
Il centro, ricevuta la segnalazione, avverte immediatamente i familiari o il personale sanitario efficiente affinché intervengano urgentemente.
Il personale del centro accerta che la richiesta di intervento abbia corso e sia portata a termine nel più breve tempo possibile.
Il servizio è rivolto a:

  • tutti i cittadini ultrasessantenni residenti o domiciliati nel Comune;
  • coloro che non hanno ancora sessant’anni e si trovano in situazione di rischio sociale e/o sanitario.

Obiettivi
Consentire alla persona di continuare a vivere nella propria casa in condizioni di serenità e sicurezza evitando il più possibile il ricovero in strutture residenziali.

Come fare
L’interessato, un suo familiare o altre persone o Enti che sono a conoscenza di una situazione di particolare disagio devono presentare apposita domanda presso lo sportello del Settore Servizi alla Persona/Statistica compilando un modulo fornito dall’Ufficio stesso.
In particolare:
- per coloro che non hanno ancora compiuto i 60 anni, deve essere allegata al modulo anche una comunicazione che evidenzia i motivi della richiesta in deroga alla legge regionale n. 26/1987.
- analogamente, i casi segnalati che rivestono una particolare urgenza devono essere accompagnati da una attestazione del medico curante che giustifica l’urgenza stessa.
Il Comune invia le richieste e i dati alla ditta TESAN che attualmente gestisce il servizio

Modulistica 2008
Modulo di richiesta del servizio di Telesoccorso

Informativa relativa al consenso dei dati personali per il servizio di Telesoccorso

Modulo di richiesta di subentro al servizio di Telesoccorso

Modulo di rinuncia al servizio di Telesoccorso

Costo del servizio

Il servizio è gratuito.

Rinuncia - Decesso - Ricovero in Istituto
L’utente che intende rinunciare al servizio deve compilare un modulo e consegnarlo al Comune, il quale a sua volta lo comunicherà alla Ditta che gestisce il servizio.
In caso di decesso si comunicherà l’evento al Comune per la disattivazione del servizio.
Così pure in caso di ricovero in Istituto deve essere data tempestivamente comunicazione al Comune.
Dopo la disattivazione del servizio, l’apparecchio (completo di cicalina) dovrà essere consegnato, se possibile, al Comune oppure sarà la stessa Ditta che gestisce il servizio a recarsi presso l’abitazione dell’assistito per il ritiro dell’apparecchio.

Subentro
In caso di decesso e/o rinuncia da parte dell’utente titolare del servizio è possibile, per un convivente che ne possiede i requisiti, subentrare al congiunto senza interruzione del servizio.

 

Informazioni utili

Telefono
tel. 0425/ 206542

Dove andare:
Settore Servizi alla Persona/Statistica
Viale Trieste, 18/A (ex sede INAIL)

Università Popolare Polesana per la Terza Età e il tempo Libero

P.zza Tien-An-men, 28 - tel. e fax: 0425/23001

 

logo

 

IL SALUTO DEL PRESIDENTE
Nell’approssimarsi della ripresa delle attività dell’Università polare Polesana, sento il dovere di rivolgere a tutti i nostri iscritti, vecchi e nuovi, un cordialissimo saluto, mio personale e di tutto il Direttivo di cui mi faccio interprete e portavoce.
Fedeli alla nostra tradizione, ci perseveriamo nel porci l'obiettivo primario della trasmissione di valori fondamentali, quali la promozione del dialogo, lo sviluppo e l’aggiornamento formativo e culturale, nella certezza che la vostra partecipazione sarà gratificata di abbondanti benefici.
Contando sulla collaborazione consueta della Amministrazione comunale di Rovigo e dei nostri collaboratori, ai quali tutti esprimo la nostra gratitudine, e certo dell’efficace e competente opera dei nostri docenti, ai quali indirizziamo doveroso plauso, formulo a tutti l’augurio di un proficuo e sereno anno accademico.

Il presidente
Romano Contato

 

 

 

Sede dei corsi

I corsi culturali avranno luogo il Martedì e il Venerdì, dalle ore 16 presso la Sala Arazzi dell’Accademia dei Concordi. 
Eventuali sospensioni infrasettimanali delle lezioni saranno tempestivamente comunicate agli interessati.

Certificato medico e assicurazione
Per tutti coloro che frequentano i corsi di Educazione motoria è obbligatorio il certificato medico o, in sostituzione, l’autocertificazione.
L’assicurazione è obbligatoria per tutti.

Come per gli anni precedenti l’U.P.P. organizzerà viaggi e visite culturali al patrimonio artistico in Italia e all’estero.

Puntualità
Per il corretto funzionamento dei Corsi, si rende indispensabile la massima puntualità ed il rispetto dell’orario delle lezioni

Segreteria
La segreteria (P.zza Tien-An-men, 28 - tel. e fax: 0425/23001), aperta da Lunedì a Venerdì dalle ore 10.00 alle ore 12.00, è a disposizione degli interessati per tutte le notizie riguardanti i corsi.

Programma dei corsi anno accademico 2007/2008 - sede di Rovigo 

Domanda di iscrizione 

Data aggiornamento scheda

07/02/2017
Piazza Vittorio Emanuele II, 1 - 45100 Rovigo | Centralino 0425.2061 - Fax 0425.206330
P.Iva / C.F. 00192630291
E-mail: urp@comune.rovigo.it | PEC: comunerovigo@legalmail.it
RSS:
News | Eventi